Inhuman After All

12 dicembre, 2006

Messaggi subliminali del terzo millennio?

Lo spettrogramma è una rappresentazione grafica del suono,
di cui vengono riportate in ascissa le frequenze e in ordinata l'intensità espressa in decibel.

Non è altro che quella serie di linee che vediamo quando per esempio usiamo un programma
di editing sonoro o video [per lavorare sulla parte audio].

Fin qui tutto bene.

Ma quando poi ci troviamo a fare lo spettrogramma di un pezzo di Aphex Twin
[e precisamente al minuto 5.27 della seconda traccia del singolo di Windowlicker, dal titolo impronunciabile essendo un'equazione] il risultato è questo...


in scala lineare


e in scala logaritmica


la prima sembra un demone...la seconda ha sembianze più umane anche se inquietanti allo stesso modo,
e tra l'altro probabile che sia il viso dello stesso Aphex Twin
in una sue delle tante rappresentazioni usate nei video o su copertine.


Un altro esempio è nello spettrogramma di un brano dei i Plaid
["3recurring", terza traccia di “Rest Proof Clockwork”],
ma in questo caso si tratta di una fila di alberi,
che è un'immagine più tranquilla
e comunque vicina alla canonica serie di linee verticali di un classico spettrogramma.


Se non ci credete, prendete il cd, estraete la traccia e fate lo spettrogramma del brano con Spectrogram.


e pensare che una volta si mandavano indietro i dischi dei Black Sabbath...


Etichette: , ,

4 Comments:

Posta un commento

<< Home


 
<